lunedì 27 luglio 2009

il grande veron e il suo "pincha"

Di Diego Del Pozzo

Causa concomitanti impegni lavorativi "in trasferta", non avevo ancora potuto celebrare degnamente in questa sede la vittoria dell'Estudiantes de La Plata nella Copa Libertadores 2009: successo materializzatosi grazie soprattutto alla leadership preziosa e alla classe sempre cristallina di Juan Sebastian Veron, che così, 39 anni dopo, raggiunge suo padre tra i grandi di questo trofeo continentale.
Nel match di ritorno al Minerão di Belo Horizonte, i favori del pronostico erano certamente per i padroni di casa del Cruzeiro, dopo lo 0-0 conquistato in trasferta a La Plata, contro un Pincha - il soprannome della squadra argentina - che era stato fermato più volte dai miracoli del portiere brasiliano Fabio. Invece, nella partita disputata in Brasile, non solo l'Estudiantes è stato capace di andare a vincere fuori casa, ma ha saputo farlo addirittura ribaltando il gol di svantaggio segnato da Henrique pochi minuti dopo l'inizio del secondo tempo, con un gran tiro da fuori area deviato dal difensore Desábato. E' stato allora che l'orgoglio del Pincha e, in particolar modo, quello del suo capitano è venuto fuori, con Veron che, nella mezz'ora conclusiva, ha deciso di prendersi in spalla la squadra e di portarla oltre i propri limiti strutturali, con una regia lucida e alcune giocate di gran classe, poi rivelatesi decisive per il risultato finale.
Prima, infatti, con una precisa apertura di destro, ha trovato Cellay libero sulla fascia, dandogli il tempo di crossare per l'accorrente Gaston Fernandez, che a centro area ha messo in rete. Poi, con l'inerzia del match ormai tutta a favore degli argentini, ha battuto magistralmente un calcio d'angolo che Mauro Boselli - capocannoniere della manifestazione, con 8 gol - ha insaccato di testa in acrobazia. Nonostante il forcing finale della Raposa, quindi, gli uomini del tecnico Alejandro Sabella sono riusciti a portare a termine l'impresa, chiudendo la partita con una vittoria per 2-1 e riportando così la Libertadores a La Plata quasi quarant'anni dopo le tre vinte all'epoca di Veron padre.

Copa Libertadores 2008-09 - Finale di ritorno:
Stadio Mineirão, Belo Horizonte (Brasile)
CRUZEIRO-ESTUDIANTES LA PLATA 1-2 (0-0)
Cruzeiro: Fábio; Jonathan, Thiago Heleno, Leonardo Silva, Gerson Magrão; Henrique, Marquinhos Paraná, Ramires, Wagner (dal 71' Athirson); Kléber, Wellington Paulista.
Allenatore: Adìlson Batista.
Estudiantes: Andújar; Cellay, Schiavi, Desábato, Re; Braña (dal 87' Sánchez), Pérez, Veron, Benítez (dal 80' Díaz); Fernández, Boselli.
Allenatore: Alejandro Sabella.
Arbitro: Carlos Chandía (Cile).
Reti: Henrique al 52'; Fernandez al 57', Boselli al 72'.
Ammoniti: Kléber; Veron, Braña, Cellay, Sánchez.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina